banner top

Vieni a scoprire il percorso più adatto a te, il comitato organizzatore di EcoMaratona del Chianti Classico le ha pensate davvero tutte per andare incontro al vostro grado di allenamento e alla tipologia di percorso che più vi si addice. Scopri i dettagli. 

PAGINA IN AGGIORNAMENTO

  • EcoPasseggiata 10 km

    EcoPasseggiata 10 km

  • Trekking EcoMaratona Chianti Classico 11 Km

    Trekking EcoMaratona Chianti Classico 11 Km

    Il percorso ha inizio tra i filari di vigne della Tenuta di Arceno, a pochi passi da San Gusmè (450 m.s.l.m.), meraviglioso borgo circondato da campi di viti peculiari per la loro forma simile a quella delle onde del mare.

    Appena partiti si attraversa un'intera vigna per poter vivere l’emozione di correre tra filari dai colori autunnali.

    Si costeggiano casali in un tratto pianeggiante alternato da facili discese e si prosegue, tra ulivi e strada bianca, fino al km 2.5 (350 m.s.l.m.), con davanti a sé il meraviglioso profilo di Siena e del monte Amiata.

    Camminando all’interno della Tenuta di Arceno, al fianco di vitigni e dell’elegante Villa di Arceno, si entra in uno dei luoghi più emozionanti del percorso: il maestoso viale di cipressi lungo 1,5 km.

    Al km 5 (450 m.s.l.m.), al termine del viale, ci si trova nel punto più alto del percorso. Troverete il secondo ristoro, offerto dagli amici podisti del Gruppo Valenti di Rapolano. Vi sembrerà di essere a una festa con bandiere e tavoli imbanditi per una ricca merenda. 

    Si entra allora in un tratto di bosco in cui si incontra un ruscello, si cammina e si arriva al km 8.5 (300 m.s.l.m.), vi aspetta poi il tratto di salita più impegnativo. 

    Si continua in salita sino al km 9.5 (400 m.s.l.m.), ma la fatica è resa più leggera dallo spettacolare scenario della val d’Orcia, del monte Amiata e del paese Castelnuovo Berardenga al tramonto.

    Una discesa vi porta nelle vigne dell’azienda Felsina con suoi casali, un viale cipressato con in fondo la cantina storica. 

    Un solo ultimo sforzo, e poi infine si arriva direttamente in piazza Marconi, a Castelnuovo Berardenga, dove vi aspetta un ricco ristoro e la soddisfazione di aver percorso uno dei tratti più belli dell’EcoMaratona del Chianti Classico.

     

  • Nordic WalkinChianti

    Nordic WalkinChianti

    Il percorso ha inizio tra i filari di vigne della Tenuta di Arceno, a pochi passi da San Gusmè (450 m.s.l.m.), meraviglioso borgo circondato da campi di viti peculiari per la loro forma simile a quella delle onde del mare.

    Appena partiti si attraversa un'intera vigna per poter vivere l’emozione di correre tra filari dai colori autunnali.

    Si costeggiano casali in un tratto pianeggiante alternato da facili discese e si prosegue, tra ulivi e strada bianca, fino al km 2.5 (350 m.s.l.m.), con davanti a sé il meraviglioso profilo di Siena e del monte Amiata.

    Camminando all’interno della Tenuta di Arceno, al fianco di vitigni e dell’elegante Villa di Arceno, si entra in uno dei luoghi più emozionanti del percorso: il maestoso viale di cipressi lungo 1,5 km.

    Al km 5 (450 m.s.l.m.), al termine del viale, ci si trova nel punto più alto del percorso. Troverete il secondo ristoro, offerto dagli amici podisti del Gruppo Valenti di Rapolano. Vi sembrerà di essere a una festa con bandiere e tavoli imbanditi per una ricca merenda. 

    Si entra allora in un tratto di bosco in cui si incontra un ruscello, si cammina e si arriva al km 8.5 (300 m.s.l.m.), vi aspetta poi il tratto di salita più impegnativo. 

    Si continua in salita sino al km 9.5 (400 m.s.l.m.), ma la fatica è resa più leggera dallo spettacolare scenario della val d’Orcia, del monte Amiata e del paese Castelnuovo Berardenga al tramonto.

    Una discesa vi porta nelle vigne dell’azienda Felsina con suoi casali, un viale cipressato con in fondo la cantina storica. 

    Un solo ultimo sforzo, e poi infine si arriva direttamente in piazza Marconi, a Castelnuovo Berardenga, dove vi aspetta un ricco ristoro e la soddisfazione di aver percorso uno dei tratti più belli dell’EcoMaratona del Chianti Classico.

  • Camminata EcoMaratona Chianti Classico 19,9 km

    Camminata EcoMaratona Chianti Classico 19,9 km

    Il percorso ha inizio da piazza Marconi a Castelnuovo (350 m.s.l.m.).

    Il primo tratto su asfalto si presenta come una dolce discesa al 3-5%, da cui si vede il maestoso profilo di Siena e la Torre del Mangia, alla sinistra le Crete Senesi, mentre a destra il Chianti con le sue vigne. 

    Al km 3.5 (230 m.s.l.m.) si percorre una strada di campo e una vigna in una salita breve, ma impegnativa, dell’azienda Poggio Bonelli

    Si prosegue su strada bianca ancora in salita sino al km 5 (330 m.s.l.m.), per continuare su strada pianeggiante.

    Lo scenario diventa ancora più emozionante: davanti a voi il Castello di Brolio, dove due secoli fa è nato il vino Chianti Classico.

    Al km 7.2 avrete la possibilità di fermarvi all’azienda La Lama con un ricco ristoro e anche di degustare vini della cantina e l’olio nuovo.

    Si prosegue sempre su strada bianca in tratti pianeggianti alternati da brevi salite.

    Al km 8 si passa di fronte al frantoio di Montecucco, dove si sente il profumo forte di olio nuovo.

    Poco dopo avrete una salita breve, ma impegnativa.

    Al km 9 inizia un pezzo su strada asfaltata che costeggia vari casali, con il borgo di San Gusmè sullo sfondo.

    Al km 10 (alt 410 m.s.l.m.) si entra nel percorso finale dell’EcoMaratona e in uno dei tratti più belli e emozionanti, reso ancora più affascinante dai colori autunnali.

    Si prosegue in un tratto pianeggiante alternato da facili discese e si prosegue, tra ulivi, strada bianca e casali, fino al km 12.5 (350 m.s.l.m.), con il meraviglioso profilo di Siena e del monte Amiata davanti a voi.

    Camminando all’interno della Tenuta di Arceno, al fianco di vitigni e dell’elegante Villa di Arceno, si entra in uno dei luoghi più emozionanti del percorso: il maestoso viale di cipressi lungo 1,5 km.

    Al km 15 (450 m.s.l.m.), al termine del viale, ci si trova nel punto più alto del percorso. Troverete il secondo ristoro, offerto dagli amici podisti del Gruppo Valenti di Rapolano. Vi sembrerà di essere a una festa con bandiere e tavoli imbanditi per una ricca merenda.  

    Si prosegue sempre su strada bianca, in una leggera discesa sino al km 18 (300 m.s.l.m.).

    Si entra allora in un tratto di bosco in cui si incontra un ruscello, si cammina e si arriva al km 18.5 (300 m.s.l.m.), vi aspetta su sentiero il tratto di salita più impegnativo. 

    Si continua in salita sino al km 19.5 (400 mt.s.l.m.), ma la fatica è resa più leggera dallo spettacolare scenario della val d’Orcia, del monte Amiata e del paese Castelnuovo Berardenga al tramonto.

    Una discesa vi porta nelle vigne dell’azienda Felsina con suoi casali, un viale cipressato con in fondo la cantina storica. 

    Un solo ultimo sforzo, e poi infine si arriva direttamente in piazza Marconi, a Castelnuovo Berardenga, dove vi aspetta un ricco ristoro e la soddisfazione di aver percorso uno dei tratti più belli dell’EcoMaratona del Chianti Classico.

 

logo ecomaratona

 Iscriviti alla newsletter

Contatti

Fax +39 0577 1918128
info@ecomaratonadelchianticlassico.it

INVIACI UN MESSAGGIO

Input non valido